Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
pgj8n0ty5628-k6bh-u106021211560520g-700x394

Tamburi investe 120 milioni in Alpitour e rileva il 33%, Burgio ha benzina per accelerare lo sviluppo

Come si legge in una nota Asset Italia, società promossa da Tamburi investment partners  (Tip) insieme a 30 prestigiosi family offices di imprenditori italiani, ha firmato un accordo con i soci di Alpitour per la sottoscrizione di un aumento di capitale da circa 120 milioni. L’operazione ha l’obiettivo di mettere a disposizione di Alpitour le risorse finanziarie per accelerare il proprio percorso di crescita, anche attraverso ulteriori operazioni di acquisizione, consolidamento e partnership in Italia ed all’estero, in coerenza con l’ambizione di essere sempre più protagonista nel settore, anche a livello internazionale. Per effetto dell’operazione Asset Italia deterrà una quota del 32,67% del capitale ed avrà un rilevante coinvolgimento nella governance del gruppo. I soci attuali, tra il cui il presidente e ad Gabriele Burgio ed i fondi di private equity gestiti da J. Hirsch & Co. E Wise SGR S.p.A., promotori del management buy-out finalizzato nel 2012, non solo non hanno ceduto quote, ma hanno fortemente voluto l’operazione in ottica di ulteriore creazione di valore in funzione delle notevoli opportunità di crescita dimensionale e reddituale di Alpitour. Alpitour ha una posizione di leadership assoluta in Italia grazie al forte presidio nei diversi settori (tour operating off line e on line, aviation, alberghiero, agenzie di viaggio ed incoming) ed ha concluso il 2016 con un fatturato consolidato di oltre 1,1 miliardi di euro, in crescita in tutte le divisioni e con un Ebitda di circa 36 milioni. Dal 2012 Alpitour ha costantemente aumentato il proprio peso a livello internazionale, ha contribuito ad incrementare i flussi turistici verso l’Europa e Italia, ha concluso partnership con primari operatori del settore in varie parti del mondo ed ha anche progressivamente incrementato i propri risultati reddituali e finanziari, pur in presenza delle ben note difficoltà dovute all’instabilità geopolitica a livello globale. Asset Italia è stata promossa da Tip nel luglio del 2016, con una dotazione iniziale di 550 milioni di euro e con l’obiettivo di investire in società con interessanti prospettive di crescita e di consolidamento, pur partendo da posizioni di leadership settoriale. La sottoscrizione dell’aumento di capitale sarà eseguita a seguito del perfezionamento di condizioni contrattuali usuali per questo tipo di operazioni. “Dopo questi primi 5 anni, che hanno rappresentato un ciclo di consolidamento e crescita, accolgo con entusiasmo l’interesse dei nuovi azionisti di investire nella nostra società – dichiara Gabriele Burgio (nella foto)  – perché l’esperienza e la professionalità di Asset Italia e Tip sono assoluta garanzia del valore che l’operazione consentirà di esprimere nei prossimi anni”. Giovanni Tamburi, Presidente di Asset Italia e di Tip – ha dichiarato: “Sono particolarmente orgoglioso di questa prima operazione di Asset Italia, che diventa socio di grande rilievo di un indubbio campione nazionale in un settore altamente strategico, in crescita e con ulteriori grandi opportunità, con soci di grande prestigio, guidato da un manager molto ben conosciuto e stimato, certamente in grado di cogliere al meglio tutte le possibilità che si presenteranno in un settore in forte consolidamento”.

Advisor legali: Gatti Pavesi Bianchi ha assistito Alpitour e i relativi soci di riferimento in relazione a tutti i profili dell’operazione, con un team composto da Stefano Valerio, Franco Barucci, Dario Prestamburgo e Maria Beatrice Carrara. Asset Italia è stata assistita dallo Studio Craca Di Carlo Guffanti Pisapia Tatozzi (5Lex) con Alfredo Craca e Lea Lidia Lavitola.