Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
civita-di-bagnoregio-1301606_1920

Modello Airbnb per il rilancio di Civita di Bagnoregio

Sharing economy per i borghi nell’Anno che il Mibact ha dedicato loro. Airbnb accoglie sulla sua piattaforma Casa d’Artista insieme al Sindaco di Civita, Francesco Bigiotti nel ruolo di primo sindaco host in Italia. La casa – come si legge in una nota Airbnb – servirà come luogo di ispirazione e accoglienza per la comunità di artisti e viaggiatori. Nel quadro dell’impegno più ampio a supporto delle piccole comunità di tutto il mondo, Airbnb ha coinvolto la curatrice Federica Sala per riportare alla sua originale bellezza Casa Greco, un edificio storico di Civita parzialmente distrutto a causa di una frana negli anni 80, e convertirla in una residenza d’artista. Costruita sulla cima di una collina di tufo del centro Italia, circondata dalle valli formate dai fiumi Chiaro e Torbido, Civita di Bagnoregio è famosa per il suo patrimonio artistico. Il borgo, risalente al XIII secolo, sorge su un versante instabile ed è collegato a Bagnoregio da un unico ponte sospeso a 70 metri di altezza (nella foto). Il borgo necessita di continui interventi di ristrutturazione e rafforzamento, motivo per cui è stato selezionato come  beneficiario dei finanziamenti distribuiti grazie al progetto per la salvaguardia dei piccoli borghi. “Questo progetto rappresenta la prosecuzione del nostro impegno a supporto dei borghi rurali nel mondo. Il nostro obiettivo è celebrare il patrimonio di queste aree attraverso l’arte e il design, fornendo parallelamente alle città soluzioni concrete per sostenere la cultura e le tradizioni”, ha dichiarato Joe Gebbia, cofondatore e Chief Product Officer di Airbnb. Francesco Simeti, artista italiano basato a New York, è stato scelto da Airbnb e dalla curatrice Federica Sala per creare un’installazione artistica specificamente pensata per la residenza, come simbolo del patrimonio culturale del borgo. L’opera, posta nell’area soggiorno, è intitolata “Plunged into Gullies, Entangled in Orchids” ed è stata ispirata sia dai dipinti del Rinascimento italiano che dal paesaggio che circonda il borgo di Civita: un arazzo contemporaneo che rappresenta le gole delle valli circostanti Civita e le orchidee che vi crescono spontaneamente, soggetto ripreso anche dalle sculture di bronzo disposte sia all’interno che all’esterno della casa come decorazione. Sempre in collaborazione con la curatrice, Airbnb ha selezionato i designers Alberto Artesani e Frederik De Wachter di Dwa Design Studio, per il progetto di interior design della casa e trasformare gli interni. Attraverso un mix di materiali tradizionali e arredamenti moderni, la casa rispecchia il passare del tempo e la natura circostante grazie ad ambienti versatili e abilmente progettati, in grado di trasformarsi da zone soggiorno in camere da letto a seconda delle necessità. I colori utilizzati riprendono la natura florida che cresce intorno alla casa con l’utilizzo delle tonalità accese del blu e del verde e delle sfumature tenui del marrone e del grigio. I tessuti di Kvadrat che ricoprono i cuscini, i divani e le tende si uniscono al piano in cemento e marmo del tavolo disegnato da Dwa e prodotto da Mariotti Fulget. Tra i mobili sono inseriti la poltrona Utrecht di G. Rietveld, la poltrona Lady di Marco Zanuso e i tavolini Tabouret di Le Corbusier, tutti prodotti da Cassina. La cucina è arredata con prodotti firmati Bitossi Home ed Eligo e dalla lampada Giardino di Servomuto. All’interno della casa sono presenti anche elementi di arredo di due giovani designer del circuito Source di Firenze: Davide Aquini con un set di teche coprifiore, una lampada e un marbled stool in legno e Artful con Modo, portabiti da parete. Con il Sindaco di Civita come host, la casa ha una sola stanza da letto ma potrà accogliere fino a 5 persone. Si potrà prenotare dal 30 marzo ad un prezzo di 300 euro a notte su Airbnb. Una tariffa speciale di 10 euro a notte sarà disponibile alla comunità di artisti professionisti.