Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
slideshow-home_56a49f9d7fbbb297148967c02fce9c11d6c4d05d

Luxury food tourism: gara a quattro per la nomination italiana al Bocuse d’Or 2019, tra Griffa, Raciti, Ruggieri e Zulian.

Sono quattro i giovani chef (e relative squadre) tra i quali sarà scelto il team che rappresenterà l’Italia alla finale preliminare europea di Torino 2018 di Bocuse d’Or (www.bocusedor.com). I quattro candidati sono stati presentati oggi a Milano da parte di Enrico Crippa, chef tristellato del Piazza Duomo in qualità di presidente dell’Accademia italiana Bocuse d’Or di Alba (Cuneo) che insieme a Regione Piemonte, Comuni di Torino e Alba, Visit Piemonte, Dmo Piemonte, Tu Langhe Roero e Fiera del Tartufo di Alba, ha organizzato al sfida italiana al più grande riconoscimento mondiale per  mondiale per la cucina di alta qualità che valorizza le radici nel territorio. La selezione italiana si svolgerà dunque ad Alba il 1° ottobre 2017. Poi appuntamento a Torino.

Gli chef candidati sono: Paolo Griffa, piemontese, lavora oggi al Serge Vieira di Chaudes-aigues; Giuseppe Raciti, del Zash di  Riposto (Catania); Martino Ruggieri, head chef a Parigi del Pavillon Ledoyen di Yannick Alleno; Roberta Zulian chef dell’Alpen Suite hotel di Madonna di Campiglio.

A Torino nel 2018 ci sarà la selezione europea tra venti team. Saranno poi dieci gli sfidanti al Bocuse d’Or di Lione, nel 2019, una manifestazione al altissimo impatto gastroturistico.

http://accademiabocusedoritalia.it