Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
castello-banfi_panorama_photographed-by-i-franchini

Relais & Châteaux: entrano Castello Banfi e Monaci delle Terre Nere

Nuovi ingressi nel network Relais & Châteaux: otto hotel di charme e un ristorante tristellato in quattro continenti – Europa, Asia, Africa e Americhe – entrano a fare parte della famiglia che conta oltre 580 dimore in tutto il mondo. L’Italia – come sottolinea una nota del network – vede due new entry all’insegna di sostenibilità e ospitalità diffusa: Castello Banfi (nella foto) in Toscana nel cuore della regione del Brunello e Monaci delle Terre Nere alle pendici dell’Etna, area vulcanica siciliana che oggi suscita grande interesse enologico e turistico.

Dominata da una fortezza e un antico borgo medioevale, la tenuta di Castello Banfi sorge su un’area di 2.830 ettari a conduzione familiare a Castello di Poggio alle Mura sui colli della Val d’Orcia, nei pressi di Siena. Qui la famiglia Mariani, proprietaria dal 1978, si dedica con passione alla ricerca dell’eccellenza per la prestigiosa produzione del Brunello di Montalcino, rigorosamente ispirata a principi di sostenibilità. Un trasporto che li spinge ad offrire ai propri ospiti un’accoglienza elegante e calda come quella di una casa, e l’esplosione di sapori della migliore cucina toscana: “Con i suoi ristoranti, l’Enoteca e la Balsameria, il Borgo offre agli ospiti la possibilità di immergersi completamente nelle tradizioni enologiche e culinarie della Toscana. In Relais & Châteaux abbiamo trovato una rete di famiglie e imprenditori mossi dal nostro stesso amore per la terra, dal desiderio di raccontarlo e condividerlo con gli ospiti”  commenta Cristina Mariani-May.

La seconda new entry italiana è Monaci delle Terre Nere a Zafferana Etnea (Catania) in Sicilia, terzo ingresso nella regione che Relais& Châteaux presidia dal 2017. All’interno di una tenuta biologica di 24 ettari, questo singolare country boutique hotel è stato restaurato secondo i principi della bioarchitettura e viene alimentato da fonti rinnovabili grazie alla visione del proprietario Guido Alessandro Coffa, pioniere dell’ecosostenibilità e del turismo rurale nella regione. La natura è considerata una risorsa preziosa da proteggere e rispettare, per questo agli ospiti vengono offerti prodotti detergenti artigianali senza additivi chimici e la scelta di eliminare i prodotti monodose è valsa a Monaci la certificazione come realtà Eco-bio. “Abbiamo sentito subito nostra la visione di Relais & Châteaux, che promuove un lusso discreto e invita a immergersi nella natura, assecondare i suoi ritmi lenti e scoprirne il lato più autentico dialogando con le persone che la abitano e la lavorano. Siamo orgogliosi di farne parte da oggi e non vediamo l’ora di crescere confrontandoci con gli altri membri di questa grande famiglia”  assicura Giovanna Manganaro, maître de maison.