Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Viaggi di lusso a tutto vapore: le Ferrovie francesi rilanciano l’Orient Express. E l’Italia?

Il turismo di lusso non conosce crisi. E Le Ferrovie francesi preparano il ritorno in grande stile di una icona della storia d'Europa.  Prove di rilancio dell'Orient
Express _ come rileva l'Ansa _ .  Il mitico treno è tornato a funzionare il 13 marzo per il
tempo di un mattino. Purtroppo, le belle carrozze non hanno
collegato, come ai tempi d'oro, nel 1883, Parigi a
Costantinopoli in 81 ore e 30 minuti. Ma molto più modestamente,
in più di un'ora, due stazioni di Parigi: la gare de Lyon e la
gare de l'Est, passando per Nogent-sur-Marne, nella banlieue
della capitale.   La SNCF, che ha acquistato all'asta, nel 2011, sette vagoni
della compagnia dei Wagons lits, ha così inaugurato la
creazione della sua nuova filiale, battezzata Orient Express,
per annunciare che un giorno spera di poter far rivivere il
treno di lusso su tratte più amene. Classificato come monumento
storico, il treno è stato rinnovato in modo identico
all'originale, con la carrozza ristorante Anatolie, la
carrozza bar, il lussuoso salone Pullman.
   Per rilanciare l'Orient Express, Frank Bernard, direttore
generale della nuova filiale, stima che servirà un investimento
di 30-40 milioni di euro. Non sarà più un treno storico, ma un
nuovo simbolo di lusso, di servizi d'eccellenza. Per realizzare il suo sogno, Bernard cerca
dei partner e non esclude di aprire il capitale della filiale di
SNCF. Intanto, ha cominciato con l'assicurarsi che i suoi futuri
viaggiatori dormano bene e ha già firmato un contratto con
l'azienda che produrrà letti e materassi. Il direttore di Orient
Express cerca anche alleanze con alberghi di lusso per ospitare
in modo altrettanto degno i suoi passeggeri nelle città di
partenza e d'arrivo. Nel progetto, è stato anche coinvolto il
grande chef stellato, Yannick Alleno. Unica incognita (ma non
irrilevante) Bernard non sa ancora quando questo treno
ultra-chic potrà riprendere le corse, nè tantomeno il tragitto.
Oggi, restano pochissimi esemplari di questo tipo di mitici
treni immortalati da Alfred Hitchcock.
   La SNCF ha rinnovato per 75 anni la licenza al gruppo
americano Belmond per viaggi di lusso contrassegnati con il
marchio 'Orient Express' sulla linea Venezia-Simplon. Un'altra
manciata di treni di superlusso circola ancora nel resto del
mondo: Thailandia, Africa del Sud, Scozia. Intanto, prima che il
nuovo progetto di Orient-Express torni a disposizione dei
viaggiatori più esigenti, l'Institut du Monde Arabe, a Parigi,
inaugura il 4 aprile una grande mostra sul treno che collegava
la Ville Lumière a Baghdad in otto giorni. Nello spiazzo
adiacente al grande museo della rive gauche, verranno
trasportati diversi vagoni e la locomotiva del treno. Che non
dovrebbero passare inosservati.