Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Ai cinesi di Fosun piace lo stile Dolce & Gabbana per il nuovo hotel fashion nel cuore di Milano

Nel capoluogo lombardo non si parla d’altro in queste ore. I cinesi di Fosun, quelli che hanno conquistato il Club Med, realizzeranno un hotel superlusso nella centralissima Piazza Cordusio, nell’immobile storico già sede di UniCredit, rilevato per circa 380 milioni mesi fa. Sono rumor perchè non ci sono ancora conferme ufficiali. I vertici Fosun, a un convegno dello studio legale internazionale Dla Piper mesi fa avevano detto che avrebbero investito negli hotel. Ora stanno vagliando i progetti dello studio di architettura Piuarch di Milano, che ha lavorato tanto per Dolce & Gabbana. La sede centrale della griffe è tra le icone di Piuarch. Sarebbe  un colpo molto forte per Milano, in una delle zone che forse oggi ha più bisogno di interventi. Centralissima, Piazza Cordusio, ma un po’ degradata in alcuni angoli. Tutta l’area avrebbe bisogno di un restyling all’altezza della Milano di oggi che annovera oramai molti hotel superlusso e griffati, da Bulgari ad Armani, al rinnovato Gallia con la suite da 20mila euro al giorno, al Mandarin Oriental che, oltre al ristorante stellato Seta, presenta le suite dei grandi designer, Fornasetti e Ponti, al Sette stelle Townhouse in Galleria, accanto a Vuitton, Gucci e Prada. Al nuovo Melià di design in Piazza repubblica. Come testimoniano i dati della Camera di commercio, elaborati da Str global, il turismo a Milano è sempre più lusso. E i cinesi  di Fosun non vogliono lasciarsi scappare le opportunità nella città del dopo Expo.  Tanto più che a poca distanza, in via dante, sono stati investiti oggi 55 milioni da parte di Hines per un immobile – negozi e uffici – di 6mila metri quadrati, una operazione seguita da Dla Piper. Un altro hotel di lusso, in attesa del resort di Ferragamo nell’ex seminario a pochi passi dal Quadrilatero della moda. Peccato che però di turismo non si parli nella campagna elettorale per il nuovo sindaco di Milano.