Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Il rilancio della Reggia di Caserta con l’estate da re

Volete passare un’estate da re? Volete rivivere i fasti di una corte? Non c’è bisogno di andare a Versailles, con buona pace di Luigi XIV. Bastano Carlo III e le atmosfere vanvitelliane della Reggia di Caserta. Ponte ideale tra Napoli e Madrid, passando per Parigi, la Reggia alle porte di Napoli sta via via ritrovando slancio, con il direttore-manager Felicori, sagacia felsinea e scorza made in coop. Tempo fa auspicai anche un impegno forte di Unipol al riguardo. Comunque l’estate da re  è promossa da Scabec, che potremmo definire come l’Iri della Regione Campania in ambito turistico-culturale  ora che i privati sono usciti. Segnali forti per la Terra di Lavoro, area segnata da numerose e pesanti ferite che sarebbe ora di curare e i segnali ci sono.

Insomma, volete rinverdire i quarti di nobiltà? Di seguito la nota Scabec che illustra il programma è così vi riporta all’epoca quando Napoli era capitale.

———————————————————————————–

Due grandi Direttori, una star della lirica, tre serate indimenticabili
Sir Antonio Pappano, Daniel Oren e Leo Nucci
La Grande Musica arriva alla Reggia di Caserta
4- 8 e 11 luglio 2016
www.unestatedare.it

A Luglio la Reggia di Caserta si trasforma nel più bel teatro all’aperto d’Europa.
“Un’estate da Re. La grande musica alla Reggia di Caserta” offre per tre sere l’esibizione di due grandi direttori d’orchestra, Sir Antonio Pappano e Daniel Oren, di una star della lirica come Leo Nucci e di tre istituzioni della musica colta quali il Teatro di San Carlo di Napoli, l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma e il Teatro Verdi di Salerno. Un evento internazionale, voluto dal Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, realizzato in collaborazione con il MIBACT e con la nuova direzione della Reggia di Caserta, affidata a Mauro Felicori. Finalità dell’iniziativa è creare un evento di rilevanza internazionale nel periodo estivo, in grado di attirare pubblico di appassionati e al tempo stesso un’operazione a valenza sociale che vuole avvicinare il grande pubblico e i giovani alle iniziative culturali attraverso una politica tariffaria con prezzi accessibili.
La prima sera, lunedì 4 luglio, sarà Sir Antonio Pappano a dirigere l’orchestra e il coro dell’Accademia nazionale di Santa Cecilia di Roma nella IX sinfonia di L. van Beethoven. Un concerto di grande impatto, reso ancora più coinvolgente dalla location: un palco di circa 800 metri quadri incastonato nel Cortile vanvitelliano.

Venerdì 8 luglio prima nazionale del Nabucco, musica di Giuseppe Verdi, libretto di Temistocle Solera, con la direzione di Daniel Oren e con il celebre cantante Leo Nucci, star internazionale della lirica, nel ruolo del titolo. Replica l’11 luglio. Regista di questo nuovo allestimento è Stefano Trespidi, scene di Alessandro Camera, costumi a cura di Giusi Giustino. Orchestra, Coro e Corpo di ballo del Teatro di San Carlo di Napoli e coro del Teatro Verdi di Salerno.

Circa 150 giovani campani sono stati selezionati come comparse del nuovo allestimento.
Biglietti a prezzi popolari da 10 e 20 €. Tariffe speciali per famiglie e gruppi, che potranno acquistarli a 5€.
Tutte le informazioni sul sito www.unestatedare.it

“Un’estate da Re. La grande musica alla Reggia di Caserta”, interamente finanziato dalla Regione Campania, è un progetto organizzato e prodotto dalla Scabec, società campana beni culturali, che accanto agli spettacoli offre visite guidate negli appartamenti reali prima degli eventi e si occuperà del restauro dell’Aperia nella zona del Giardino Inglese nel Parco monumentale della Reggia, che dal prossimo anno ospiterà una stagione di concerti.
Prenotazione visita guidata obbligatoria al numero verde 800 600 601.