Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
Grinders Leo Takahasi and Tim Morishima run across the catamaran as Japan SailGP Team practise on The Solent ahead of Event 4 Season 1 SailGP event in Cowes, Isle of Wight, England, United Kingdom. 8 August 2019: Photo Bob Martin for SailGP. Handout image supplied by SailGP

Turismo sportivo, dal Sailgp un vento nuovo per Taranto con i catamarani volanti F50

Taranto, secolare vocazione marinara, sta per ospitare nei prossimi giorni un evento di caratura mondiale, che metterà la città jonica al centro della vetrina globale dello sport e del turismo. Di seguito la nota sull’evento.

Si avvicinano le regate del 5 e 6 giugno a Taranto di SailGP, la competizione di punta a livello mondiale tra catamarani volanti F50, e la città dei due mari registra già il tutto esaurito in alcune delle principali strutture alberghiere.

Per assistere dal mare alle spettacolari evoluzioni dei catamarani, che raggiungono velocità prossime ai 100 chilometri orari, SailGP propone due programmi: con ‘On-Water Experience’, grazie alla collaborazione con Kyma Mobilità – Amat Spa, si potrà assistere alle regate dell’Italy Sail Grand Prix di Taranto da una posizione privilegiata e direttamente sull’acqua, a bordo delle motonavi Clodia e Adria. Si potrà godere dello spettacolo direttamente sul perimetro del campo di regata, coi velisti di fama mondiale che si sfideranno a pochissima distanza.

Il programma ‘Vieni con la tua barca’ è rivolto a diportisti e armatori privati che intendono raggiungere il perimetro del campo di regata con le proprie imbarcazioni. Per aderire è necessario prenotare il posto (gratuito) compilando un form online. Una volta completata la registrazione, l’utente riceverà da SailGP le informazioni per l’accesso durante le regate, la disposizione del campo di regata e le istruzioni per seguire la radiocronaca della gara dal vivo in VHF.

Tutte le informazioni sull’evento SailGP di Taranto con le varie modalità di partecipazione sono disponibili al link www.sailgp.com/races/it/italy-sail-grand-prix-event-page/

  Fondato da Larry Ellison (Ceo di Oracle) e da Russel Coutts (leggenda della vela), SailGP è uno degli eventi più importanti e all’avanguardia del panorama velistico mondiale, un campionato che vanta 8 squadre nazionali arricchite dalla presenza di 18 atleti olimpionici, 16 dei quali vincitori di medaglie olimpiche. Ogni evento presenta due giorni di competizioni con cinque gare di flotta e una finale, avvincenti match nel corso dei quali la strabiliante capacità delle imbarcazioni di “volare sull’acqua” superando anche la velocità di 50 nodi (circa 100 km/h) con la sola forza del vento è protagonista assoluta. Si tratta di gare che il pubblico, restrizioni Covid permettendo, potrà ammirare nella loro completezza dal vivo, vicino alla riva, o comodamente da casa grazie a trasmissioni innovative e a un’app pluripremiata.

SailGP è alla seconda stagione: durante la prima edizione ha appassionato oltre 250 milioni di telespettatori sui network che hanno trasmesso le gare tra il 2019 e il 2020, oltre al mezzo miliardo di accessi avvenuti in digitale. La seconda stagione SailGP prevede otto eventi in altrettante iconiche location di tutto il mondo. Dopo l’evento inaugurale delle Bermuda il 25 e 26 aprile, le regate della seconda tappa si svolgeranno il 5 e 6 giugno nel mar Grande di Taranto, dove il Race Village verrà allestito in collaborazione con Autorità di Sistema Portuale del Mar Ionio e Comune di Taranto.

Taranto è stata scelta da SailGP perché il Mar Grande, la casa dei delfini dello Ionio, offre un campo di regata unico per i concorrenti e gli spettatori. Hanno contribuito alla scelta di Taranto anche l’affascinante e millenaria storia della città, la recente svolta nel modello di sviluppo economico cittadino, oltre che la disponibilità nel territorio di strutture ricettive (anche di grande lusso) per ospitare i clienti più esigenti.

La rotonda del lungomare Vittorio Emanuele III ospiterà invece il Race Village, palcoscenico di eccellenza di una città sempre più impegnata negli ultimi anni a mostrare la sua bellezza e la sua cultura, grazie all’impegno dell’Amministrazione Melucci e a un tessuto imprenditoriale sempre più attento all’accoglienza, allo sviluppo del turismo e alla svolta sostenibile.

Nell’ambito di un’importante programmazione di eventi sportivi, tappe di avvicinamento ai XX Giochi del Mediterraneo del 2026, rientra l’organizzazione del secondo evento di SailGP 2021 del prossimo giugno, oltre che l’avvio di molteplici cantieri di rigenerazione dei principali impianti sportivi in tutti i quartieri del capoluogo ionico (su tutti, campo di atletica, stadio comunale, palasport, playground) e di progetti iconici (a cominciare dalla piscina olimpionica, il centro nautico e il diamante del baseball).

L’Amministrazione comunale di Taranto, con l’obiettivo di rivoluzionare il sistema turistico locale, ha lanciato il portale www.tarantocapitaledimare.it, una accattivante piattaforma online parte del progetto strategico che ha impegnato realtà imprenditoriali tarantine e giovani professionisti della città nel suo rilancio economico-culturale. Taranto Capitale di Mare sarà un vero DMO, un Destination Management Organization che garantirà la gestione coordinata di tutti gli elementi che compongono la destinazione turistica Taranto e sarà in brevissimo tempo accompagnata dalla presentazione del DMS (Destination Management System).

L’obiettivo è colmare il gap che negli anni aveva portato la destinazione Taranto a non essere attrattiva e performante, riportandola in primo piano sul panorama delle città turistiche italiane ed europee, soprattutto garantendole maggiore visibilità e reputazione. Il sito Taranto Capitale di Mare consentirà agli ospiti e non solo, la possibilità di entrare facilmente a contatto con le molteplici esperienze culturali e turistiche offerte dal territorio e di avere un rapporto diretto con i fornitori dei servizi che stanno aderendo al Patto per il Turismo tarantino.

La crescente attenzione dei tour operator internazionali, delle compagnie crocieristiche e di molti importanti investitori ha portato l’Amministrazione comunale di Taranto a scommettere su rinascimento turistico e diversificazione produttiva, attraverso la rivalutazione delle radici identitarie, del sistema dell’accoglienza, della vasta offerta culturale e degli attrattori urbanistici in corso di riqualificazione.

Capitale della Magna Grecia, Taranto vanta una storia ed una ricchezza plurimillenaria che è facile apprezzare in ogni angolo del suo ricco ed a volte intricato reticolo di strade. Molti gli attrattori archeologici pronti a far rivivere i fasti di un passato tanto complesso quanto glorioso. Chiese, Palazzi e Musei sono caleidoscopici contenitori di opere d’arte di rara bellezza ed indiscusso valore. Le sue tradizioni popolari, tramandate di generazione in generazione, sono tanto antiche quanto vive ed ancora oggi sono capaci di far emozionare con il loro legame con la natura e la spiritualità.

 Tre i itinerari tematici alla scoperta di Taranto:

 ‘Acropoli’ – È l’itinerario alla scoperta delle evidenze archeologiche delle varie epoche (dalla Preistoria al Medioevo) celate dal tessuto urbanistico della Città Vecchia di Taranto. Imperdibili i numerosi ipogei, le colonne del tempio dorico, la più antica basilica di Puglia e il Castello Aragonese, costruito sui resti della precedente rocca bizantina, risalente al 1492.

 ‘Borgo’ – L’urbanistica di Taranto, tanto complessa quanto avvolgente, è unica nel suo genere. Taranto è una città policentrica e circondata dal mare. Questo è il percorso perfetto alla scoperta delle bellezze storico-artistiche di un tessuto urbano senza uguali. Attraversando il celebre Ponte Girevole, tra i caffè del corso ed il luminoso lungomare alberato, da non perdere è il MarTa, Museo Archeologico Nazionale di Taranto, uno dei musei più importanti al mondo. Istituito nel 1887, occupa parte del settecentesco convento degli Alcantarini ed è stato riaperto al pubblico nel 2016.

 ‘Mare’ – L’itinerario propone l’osservazione di differenti specie di delfini a bordo degli innovativi e confortevoli catamarani della Jonian Dolphin Conservation, la visita a Kètos, il museo interattivo del mare, l’esperienza dell’“Ecomuseo della Palude La Vela e del Mar Piccolo” dove è possibile praticare dal trekking in natura al birdwatching delle comunità di fenicotteri. Imperdibile la traversata in canoa alla scoperta degli allevamenti della famosa cozza tarantina. E infine, lasciarsi affascinare dalla lunga passeggiata intorno al Mar Piccolo, tra archeologia e natura.